Anguria: il dolce gusto dell’estate

Cosa c’è di più goloso di affondare la faccia in un’enorme fetta di anguria?La polpa è costituita per oltre il 90% di acqua, si arricchisce di fruttosio, di carotenoidi, abbonda di vitamina A, di vitamina B6, di vitamina C e di potassio, incrementando le preziose proprietà dissetanti, rinfrescanti, diuretiche, remineralizzanti, alcalinizzanti (aiuta ad eliminare gli acidi accumulati nel corpo e previene gli ictus).

Vuoi coltivarla? Ecco una guida efficace e completa sul metodo biologico.

Spirulina: un’alga per abbronzarsi senza rischi

La Spirulina platensis (c.d. spirulina) è una microalga verde-azzurra ricca di betacarotene, vitamina B, proteine nobili, sali minerali e oligoelementi che rendono quest’alga ideale per fornire all’organismo una protezione contro i radicali liberi e per favorire la sintesi di melanina e ristabilire l’equilibrio idro-salino della pelle.

Cibo e sole: via le rughe con la curcuma

Prendere il sole fa bene: le radiazioni solari migliorano l’umore, stimolando le ghiandole surrenali e regolando i ritmi ormonali. La curcuma può aiutarci a preservare la nostra bellezza. Guida alla coltivazione e proprietà

Litche, frutto squisito che apporta benessere e bellezza. Guida alla coltivazione

e principali proprietà terapeutiche del litchi, riconosciute già nella medicina tradizionale cinese per gli effetti benefici sulla circolazione  e la prevenzione dell’aterosclerosi, si devono soprattutto alla vitamina B3, B1, B2, B6, E, K e J e all’abbondanza di potassio oltre al rame, al ferro, al fosforo,allo zinco e al selenio.

Olio di cocco: il brucia-grassi che, in più, nutre le cellule cerebrali

L’acido laurico di cui è ricchissimo il cocco (presente anche nel latte materno) è formidabile nella difesa dai virus influenzali, herpetici, del morbillo, dai batteri gram-negativi e dai protozoi (American Society for Nutrition); altrettanto buone quantità di acido caprilico contribuiscono a contrastare la presenza della Candida Albicans. Ecco come coltivarlo.

Borragine: tutte le proprietà della gustosa pianta officinale

Sin dall’antichità la borragine viene tradizionalmente impiegata come antipiretico, emolliente, diuretico, per i disturbi premestruali, mestruali, della menopausa e per calmare la tosse.

La borragine ha foglie ovali a margine dentato-ondulato, dotate di un lungo picciolo, a maturità presentano una ruvida peluria; questi peli quando vengono sfiorati, espellono una sostanza irritante che causa bruciore e prurito.

Cosmesi green: detergente al germe di grano e miele

Oggi prepareremo insieme un detergente al germe di grano e miele, antirughe e adatto per le pelli secche e stanche, lascia il viso morbido e idratato. Può essere usato come maschera.

Il risultato? Una pelle levigata.

Mirtilli: golosi anti-age

Il Mirtillo, ericacea arbustiva non più alta di 50 cm, produce succose piccole bacche blu, nere o rosse aromatiche dal potere curativo incontrastato per rallentare i processi di invecchiamento.Il succo di mirtillo nero, indicato per la miopia e per potenziare l’adattamento visivo notturno, contiene acidi organici (antocianine, pectine, tannini, mirtillina principio attivo di numerosi farmaci per problemi vascolari), vitamine (A, B, C, K).

Gli antocianosidi, che danno al mirtillo la sua colorazione blu-viola proteggono il microcircolo capillare, aiutano nella fragilità e permeabilità capillare dell’occhio.

Le bibite gassate zuccherate invecchiano il nostro cervello?

Secondo le ricerche condotte da un gruppo di neurologi della Boston University School of Medicine (USA) emerge dai test cognitivi e scansioni cerebrali di 4.000 persone che, tra chi consumava più di due bevande zuccherate (bibite gassate o succhi di frutta) al giorno o almeno tre bevande in lattina a settimana, sono state notate evidenze di invecchiamento cerebrale precoce, problemi di memoria, riduzione del volume cerebrale e dell’ippocampo.

Cosmesi green: crema detergente alla farina di avena

L’avena è un ingrediente prezioso per la cura della pelle. La idrata e la rende elastica. La sua delicatezza è indicata per le pelli più sensibili, lasciando una pelle di “seta”.

Ecco una ricetta per preparare una crema detergente.