Allarme 5G, si abbattono migliaia di alberi per far posto alla fibra

Un accordo di condivisione reciproca stipulato tra Telecom Italia e Fastweb, colosso internazionale delle comunicazioni, coprirà l’Italia da Bolzano sino a Palermo per fornire velocità di download ed upload su smartphone tra le 100 e le 1000 volte rispetto allo standard attuale di 4G LTE, sfruttando le “onde millimetriche”, onde radio tra 30 e 300 GHz….

5 consigli per una scampagnata plastic free

Fare una scampagnata senza utilizzare plastica, è davvero possibile?

Sembra un obiettivo irraggiungibile, utopico…  Ma in realtà ci sono tantissime valide alternative per trascorrere del tempo libero mangiando sano, divertendosi  producendo un impatto zero sull’ambiente.

Abbiamo preparato per voi cinque consigli utili e super chic da mettere in pratica subito. Cominciare a rispettare l’ambiente non è mai stato cosi’ semplice!

Il Natale più buono? E’ Veg

Essere vegetariani per scelta etica di amore verso tutti gli animali (anche a Natale), rende questa festa ancora più buona.

Semi e grembiulino: la buona educazione a scuola (ri)parte dalla zappa

Come sempre, l’esempio migliore lo danno i grandi.

E se il Preside dell’Itsos Albe Steiner di Milano è anche un ottimo agricoltore, la soluzione per ristabilire un dialogo con gli studenti indisciplinati è servita.

Il ritorno alla Terra (ed alla zappa) da una “punizione” per chi fa il bullo, fuma in classe, o compie le tipiche stoltezze giovanili con l’alibi dell’impunità, si trasforma in un’opportunità per imparare qualcosa di nuovo e utile.

Greenpeace lancia l’allarme: 3.500 sostanze chimiche per produrre tessuti. Stop allo shopping non etico

L’industria tessile è la seconda più importante consumatrice d’acqua al mondo: il grado di inquinamento in  fiumi e oceani è altissimo stante le 3.500 sostanze chimiche usate per la produzione di tinte, tessuti e ammorbidenti. Tali sostanze hanno effetti per il nostro sistema endocrino e (purtroppo) legati a varie forme di cancro.

Greenpeace dal 2011 con la campagna “Detox” è in prima linea per chiedere la completa e definitiva eliminazione delle sostanze chimiche pericolose. Ed ecco i primi risultati:  circa 80 marchi tessili e fornitori le hanno bandite dal proprio processo produttivo.