Stop del Burkina a Monsanto. Ogm, cotone di scarsa qualità

Dopo sette anni di Ogm, il Paese africano torna alle sementi tradizionali dopo troppi  raccolti scarsi e insoddisfacenti.

L’inversione di rotta è definitiva. Prevede  una eliminazione progressiva delle colture di cotone Ogm fino al ritorno, nel 2018, a coltivazioni con sementi al 100% tradizionali.

Nel 2009 Monsanto aveva introdotto il cotone Ogm, suscitando grandi speranze. Le promesse erano importanti: minor necessità di trattamenti in fase di coltivazione, riduzione della mole di lavoro per i produttori, maggiori  e ottimi risultati di resa.

Promesse mantenute? Secondo François Kaboré, docente di Innovazione e tecnologia all’African Institute for Social and Economic Development di Abidjan , il cotone prodotto con sementi geneticamente modificate non si è rivelato di buona qualità come quello tradizionale.

La conseguenza è stata inevitabile; meno vendite e abbassamento del prezzo.

Ciò che differenzia è la lunghezza della fibra: quella prodotta dai semi creati da Monsantoè molto più corta di quella tradizionale burkinabé.

E scattano le richieste di risarcimento, pari a 73 milioni di euro. In particolare,  secondo “La Stampa” , la Sofitex, “ la società nazionale dei produttori di fibre tessili, chiede oggi a Monsanto di coprire le perdite causate dall’utilizzo dei semi di cotone transgenico. Il colosso della biotecnologia agraria, da parte sua, attribuisce le responsabilità di quanto accaduto a un «cattivo utilizzo» del prodotto”.

Bye Bye Monsanto.

Dott.ssa Stefania Mangiapane

Foto: http://www.nonsprecare.it/cotone-biologico-aumento-utilizzo-mondiale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...