Imparare a comunicare come gli alberi

Cosa è il cambiamento nella comunicazione? Come possiamo riprendere in mano il tempo, toccarlo, esplorarlo e condividerlo? Lo impariamo dagli alberi. La natura ci insegna il vero linguaggio empatico

Allarme 5G, si abbattono migliaia di alberi per far posto alla fibra

Un accordo di condivisione reciproca stipulato tra Telecom Italia e Fastweb, colosso internazionale delle comunicazioni, coprirà l’Italia da Bolzano sino a Palermo per fornire velocità di download ed upload su smartphone tra le 100 e le 1000 volte rispetto allo standard attuale di 4G LTE, sfruttando le “onde millimetriche”, onde radio tra 30 e 300 GHz….

I cinque alberi che rischiano l’estinzione: il Botanic Gardens Conservations International lancia l’allarme

Secondo il report pubblicato dal Botanic Gardens Conservations International, migliaia di specie di alberi sono minacciate.

L’organizzazione ha analizzato numerosi dati provenienti da oltre 500 fonti online della banca dati GlobalTreeSearch, che costituisce la prima lista autorevole delle specie globali arboree.

Emerge che delle 60.065 specie di alberi viventi, la metà è presente in un solo Paese

Sicilia: strage di ulivi nel Ragusano: “Iniettano diserbanti”

Da quasi un anno ignoti entrano in terreni privati, al fine di iniettare direttamente dentro i tronchi liquidi tossici.

E’ quanto emerge dall’inchiesta di “Il Fatto Quotidiano”, secondo cui si tratta di un “attacco sistematico che si estende per 400 ettari intorno a Modica e Pozzallo”.

Veri e propri raid organizzati che versano sostanze diserbanti sulle radici degli alberi, bruciandoli ed uccidendoli.

Ecosia: provate a cambiare motore di ricerca e pianterete alberi

La start up di nome Ecosia, ideata nel 2009 a Berlino, è un motore di ricerca con oltre 3 milioni di utenti attivi per combattere la deforestazione con i guadagni pubblicitari. La tecnologia al servizio dei valori: fino ad oggi sono stati piantati oltre 6 milioni di alberi nel mondo. Ma come funziona?  Ecosia dona l’80%…

Potature: l´ombra e la qualità della vita. Ecco la guida agronomica

n estate niente è di più ristoratore che passare sotto le chiome degli alberi per ripararsi dal sole e dall’afa. Eppure questo refrigerio in molte città viene tolto improvvisamente ogni anno nei mesi più torridi con le solite aberranti potature di tutta la vegetazione.

Perché diciamolo interventi cesori così drastici e senza alcun criterio effettuati su esemplari dei quali è stata gravemente deturpata la struttura con forme assurdamente squadrate (in estate poi…!) sovvertono tutti i criteri agronomici che infatti la sconsigliano indiscutibilmente in questo periodo perché indeboliscono troppo la vitalità degli alberi e la raccomandano alla fine dell’inverno.