Olio evo: crollo delle esportazioni in Gran Bretagna (-13%)

La prima conseguenza della Brexit sul settore agroalimentare italiano?  Purtroppo ricade su un settore già colpito dalla crisi: l’olio di oliva Made in Italy esportato in Gran Bretagna ha subito un crollo record del’13%, dopo essere aumentate del 6% nella prima metà del 2016.

 E’ quanto emerge dall’analisi divulgata dalla Coldiretti in occasione delle dichiarazioni del presidente della Commissione Europea, Jean-Claude Juncker sull’uscita de Regno Unito, su dati Istat relativi ai primi undici mesi del 2016.

I fattori determinanti sono stati i seguenti:

  • il rapporto di cambio sfavorevole della sterlina;
  • il sistema di etichettatura a semaforo che la Gran Bretagna ha deciso di far adottare al 98% dei supermercati inglesi sul quale l’Unione Europea si appresta a chiudere senza conseguenze la procedura di infrazione alla luce della nuova situazione.

Proprio l’adozione di questo tipo di etichettatura basato sulla diminuzione del consumo di grassi, sali e zuccheri, non è basata sulle quantità effettivamente consumate ma solo sulla generica presenza di un certo tipo di sostanze. Ecco che (paradossalmente) finisce per escludere dalla dieta alimenti come l’olio extravergine d’oliva.

A cura di Stefania Mangiapane

Foto: https://www.hellotaste.it/olio/benefici-olio-extravergine/lolio-extravergine-di-oliva-fa-male

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...