La truffa dell’industria agroalimentare raccontata da Christophe Brusset. Un libro per “educare i consumatori”

Il dubbio che l’industria agroalimentare occidentale potesse mettere in atto una truffa mondiale ai danni del consumatore, non adottando un sistema di etichettatura adeguata o una trasparente tracciabilità dei prodotti di origine, era sorto un po’ a tutti.

A confermarlo adesso è Christophe Brusset autore del libro “Siete pazzi a mangiarlo!” edito da Piemme.

Il quadro che delinea è allarmante.

Dietro le marmellate della colazione, il prosciutto per il panino del mezzogiorno o il minestrone surgelato, vige solo il profitto aziendale.

Multifunzionalità aziendale: lo sviluppo rurale del territorio (ri)parte da qui

Multifunzionalità e chilometro zero: ecco gli assi strategici per lo sviluppo rurale del territorio. Un esempio virtuoso è la “Fattoria Lombardo”, azienda agricola multifunzionale siciliana, che ha tratto dalla sua peculiarità nei servizi e nel rispetto dell’ambiente i suoi punti di forza.

Racket delle buste di plastica biodegradabili: circa la metà dei sacchetti in circolazione sono illegali

Nel corso della campagna condotta dai Carabinieri del Comando per la Tutela dell’Ambiente, sono state sequestrate 89 tonnellate di shoppers da asporto monouso difformi dalla norma UNI EN13432 o contraffatte con segni falsi.

Ecco un dato allarmante emerso dalle numerose indagini eseguire in tutta Italia: circa la metà dei sacchetti tuttora in circolazione sono illegali.

Un volume pari a circa 40 mila tonnellate di plastica e una perdita per la filiera legale dei veri shopper bio pari a 160 milioni di euro, 30 solo per evasione fiscale.Ma c’è una start-up nata per la rivendita di prodotti ecologici e compostabili (dai bioshopper ai prodotti per l’agricoltura a quelli usa e getta per la ristorazione) che vuole sovvertire il sistema illegale della produzione dei sacchetti.

Si chiama Cooperativa Ventuno e nasce dall’impegno di Gennaro Del Prete e Massimiliano Noviell.

Economia agricola: CNR avverte “OGM inutili e dannosi”. A rischio DNA delle api

  Ogni anno miliardi dell’economia agricola dipendono dall’impollinazione naturale degli insetti, soprattutto dalle api. Con l’avvento dell’ingegneria genetica è diventata prassi ordinaria la dislocazione genica orizzontale, con batteri e virus che funzionano come intermediari per geni trafficanti e come recipienti per la moltiplicazione e ricombinazione di geni. Così anche il DNA transgenico viene rilasciato nell’ambiente con le…

Liguria contro il Ceta: comincia la battaglia

L’assessore regionale all’agricoltura Stefano Mai rispondendo a un’interrogazione in consiglio regionale ha dichiarato che il Ceta: “Apre la porta al grave rischio di invasione sul nostro mercato e sulle nostre tavole di prodotti Ogm delle grandi multinazionali. Pertanto ci opporremo in ogni sede istituzionale perché il governo italiano non ratifichi il Ceta che esporrebbe le nostre…

Bioo Pass: basta una pianta per connettersi ad internet

E’ possibile connettersi a internet solo avvicinando il cellulare a una pianta? Ecco la scoperta dell’azienda Arkyne Technologies di Barcellona, che ha sviluppato Bioo Pass, un vaso per piante a cui collegare lo smartphone per avere una rete Wi-Fi in qualunque luogo e in qualsiasi momento. Le piante sono in grado di ricaricare gli smartphone sfruttando il…

Vino: trend positivo nel 2016. Il bio conquista il primato(+25,7%)

Secondo i risultati emersi dall’indagine sul mercato del vino nella grande distribuzione a cura dell’Istituto di ricerca Iri si evince una crescita importante delle vendite di vino a denominazione d’origine e degli spumanti. Il biologico rimane in trend più positivo con una crescita del +25,7% in volume, e 2 milioni e mezzo di litri venduti. In calo, invece, le vendite di vini nel brik…

Vino: stanziamento di 25 milioni per l’export in Usa e Cina

Pochi giorni fa, il Governo italiano ha messo a disposizione 25 milioni di euro per incrementare l’export del vino negli Stati Uniti. In particolare,  20 milioni finalizzati alla conquista del Midwest e 5 milioni per l’incremento del mercato cinese. Partiamo da un principio: ogni tre bottiglie di vino aperte in Usa, una è italiana, mentre per la Francia…

India: a Auroville il baratto è la nuova forma di condivisione

  Mirra Alfassa, la “Madre”, è la fondatrice della più armoniosa città del mondo: Auroville, che l’UNESCO promuove come modello di basilare importanza per la sopravvivenza dell’umanità. In questa città le persone risiedono sereni e miti,  senza leggi, senza polizia, senza politica, senza soldi, concretizzano la proprietà collettiva e il sistema del baratto; inoltre, i…